N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

martedì 16 novembre 2010

Cronaca del pellegrinaggio a Pompei

Nei giorni 12- 13- 14- Novembre u.s. l'Agenzia Viaggi Ciccone ha organizzato un pellegrinaggio a Pompei, al quale ho partecipato anch'io. E' stata una esperienza molto bella ed interessante, tenuto conto che prima di arrivare a Pompei (giorno 12) abbiamo visitato la Basilica di Sant' Alfonso de Liquori a Pagani (SA) con il relativo museo dove sono conservate le reliquie del Santo e i paramenti originali indossati nel corso della sua vita sacerdotale, mentre alla partenza da Pompei (giorno 14) abbiamo visitato l'Abbazia di Montecassino, con il relativo museo. A Pagani il Parroco della Basilica ci ha illuminato sulla vita ed opere di S.Alfonso mentre a Montecassino una guida molto preparata ci ha spiegato come è stato possibile ricostruire nei minimi particolari l'Abbazia, dopo la distruzione durante la seconda guerra mondiale. La giornata del 13 a Pompei è iniziata con la sveglia alle cinque del mattino per assistere alla funzione della discesa del Quadro della Madonna dalla sua edicola abituale sopra l'altare maggiore fino alla balaustra per la venerazione dei fedeli, che già dalle prime luci dell'alba erano assiepati lungo il percorso transennato che agevolava ed ordinava l'entrata e l'uscita dalla Basilica. Anch'io, insieme a mia moglie, ho fatto la fila e proprio dietro di me c'era un gruppo di pellegrini di Calvi (CB) con il cartello che vedete nella foto. La gente era tanta che noi prima di poter entrare in Basilica e baciare la miracolosa Icona della Vergine Maria del SS. Rosario di Pompei, abbiamo impiegato tre ore e mezza. Però, come una donna che, con occhi raggianti di gioia guarda la sua creatura appena partorita, dimentica i dolori del travaglio e del parto, così anche per noi, davanti a quella meravigliosa Immagine della Madonna, il sacrificio di essere stati in fila per tre ore e mezza, si è trasformato in una gioia e una serenità indescrivibile che ci ha consentito di continuare a stare in piedi fino alla recita della Supplica. La stanchezza, come per miracolo, in questa occasione non si è fatta sentire per niente! Di pomeriggio abbiamo visitato gli scavi, sempre accompagnati dalla guida, che ci ha illustrato, in breve, la storia di Ercolano e Pompei sepolte dalla lava del Vesuvio, che archeologi e studiosi stanno tentando di riportare alla luce; anche questa visita è stata molto interessante, grazie alla bravura della guida che con un linguaggio semplice e comprensibile ci ha spiegato usi e costumi dei pompeiani prima della eruzione del vulcano avvenuta nel 79 d.c.
E' stato un pellegrinaggio bene organizzato che ha pienamente soddisfatto i partecipanti, i quali prima di salutarsi, si sono dati appuntamento per l'anno venturo.

Nessun commento:

Posta un commento