N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

martedì 21 febbraio 2012

Anziani SI, Anziani NO.

Essendo un assiduo lettore di Costaviolaonline, mi è capitato di seguire nei giorni scorsi la diatriba tra l'Agess di Silvana Ruggiero e il Delegato alle Politiche Sociali Giuseppe Surace e francamente non sono riuscito a capire perché tanto accanimento verso una categoria di cittadini che fanno parte a pieno titolo della Collettività  al pari delle altre categorie. Non mi è piaciuto il tono (quasi di scherno) di Silvana Ruggiero quando fa riferimento ai "cosiddetti" anziani per i quali l'Amministrazione Comunale ha programmato una serata di piacevole serenità in occasione del Carnevale, definendola inutile, demoralizzante ed avvilente.Non mi pare questo il tono giusto per criticare o contestare l'Amministrazione da parte di chi dovrebbe invece accogliere positivamente iniziative ( non eventi mondani) che tutto sommato rientrano nel settore Politiche Sociali  perché le persone che ne beneficiano sono persone che in un certo qual modo hanno contribuito alla crescita e allo sviluppo della città in termini di cultura, economia e sviluppo per cui meritano di essere tenute in considerazione dall'Amministrazione Comunale senza fare distinzione tra cittadini di serie A e cittadini di serie B. Mi è piaciuta invece la nota stampa del Delegato Surace, pubblicata il 20 u.s., quando afferma che rientra nei compiti di chi amministra la cosa pubblica guardare agli anziani, ai bambini e alle altre categorie di cittadini con senso di responsabilità ed onestà intellettuale, senza discriminazioni o penalizzazioni nei confronti degli uni o degli altri. "Regalare un sorriso ad un bambino o ad una persona anziana non è peccato" - scrive il Delegato, né, aggiungo io, organizzare una serata di gioiosa serenità come quella in programma per l'ultimo giorno di Carnevale comporta uno sforamento del bilancio comunale tanto grave da far gridare allo scandalo. Io inviterei Silvana Ruggiero a continuare a fare bene il suo lavoro all'interno dell'AGESS; a suggerire iniziative d'interesse generale all'Amministrazione Comunale; a collaborare nella realizzazione delle stesse e a criticare, se necessario, in maniera costruttiva e non demagogica, quando le aspettative della gente vengono disattese senza giustificato motivo. Al Delegato Giuseppe Surace, che io ritengo persona intelligente, onesta e capace nell'esercizio delle sue funzioni, dico solamente di continuare a lavorare con lo stesso entusiasmo e lo stesso spirito di servizio con il quale ha svolto il suo compito fino ad oggi.       

Nessun commento:

Posta un commento