N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

mercoledì 4 aprile 2012

"In cena Domini"

Il Giovedì Santo ogni anno a Bagnara Calabra si rinnova una tradizione tramandata dai nostri padri e che fa parte del nostra cultura cristiana : la discesa dei Rosariani per il precetto pasquale nella Chiesa Madre dove si rinnova il gesto di Gesù della lavanda dei piedi durante la celebrazione della Santa Messa " In cena Domini". Secondo quanto riportato dai Vangeli, Gesù nell'ultima cena, prima di distribuire il pane e il vino ai suoi Discepoli con le parole:" Prendete e mangiatene tutti, questo è il mio corpo offerto per voi in remissione dei peccati" si prostra davanti a loro e chinandosi lava e bacia i piedi di ognuno per confermare ancora una volta il significato della Sua missione affidatagli da Dio Padre " Non sono venuto per comandare ma per servire e a chi mette la propria vita al servizio degli altri è riservato un posto nella Casa del Padre mio, quale  eterna ricompensa".Questo stesso gesto viene rinnovato il giovedì santo da parte dell'Abate,la massima autorità ecclesiastica di Bagnara,  nella chiesa abbaziale durante la celebrazione della S.Messa.  Prima della distribuzione della  Eucarestia, Egli si prostra, lava e bacia i piedi di dodici confratelli dell' Arciconfraternita del SS: Rosario in segno di umiltà e servizio quale testimonianza di una fede profonda nei valori dell'Amore e della Fratellanza predicati da Cristo Gesù e che dovranno essere per ogni cristiano i pilastri sui quali edificare la condotta della propria vita in questo pellegrinaggio terreno.Gesù, il Figlio di Dio che si prostra, lava e bacia i piedi dei suoi Apostoli è una lezione di vita che ci fa riflettere e ci aiuta a capire la grandiosità di un gesto apparentemente semplice ma profondamente ricco di significati spirituali che se accettati con fede rendono la nostra vita gioiosa e felice, nella consapevolezza  che un giorno saremo accolti  nella Casa del  Signore  per  occupare quel  posto che Gesù  stesso ci ha promesso con la Sua Resurrezione quando disse:" Vado a prepararvi una  dimora nella Casa del Padre Mio". Quanti di noi oggi  siamo disposti ad accogliere nel nostro cuore l'insegnamento di Gesù, mettendoci al servizio dei nostri fratelli in Cristo? La risposta non è facile, ma la possiamo dare guardando dentro di noi con gli occhi della fede. 

1 commento: