N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

sabato 8 settembre 2012

Scorci di stagione


Anche se i meteorologici continuano a ripetere che tornerà l'estate, penso che ormai possiamo riporre nel cassettone il costume, il telo, le ciabatte infradito ( l'ombrellone noi frequentatori di spiaggia libera) e dire definitivamente "Ciao mare!".  Nondimeno a Bagnara Calabra e in genere nel Meridione d'Italia avremo ancora delle belle giornate di sole per cui non mancheranno dei temerari, soprattutto giovani che non hanno impegni di lavoro o forestieri che hanno scelto come periodo di vacanza il mese di Settembre anziché il mese di Agosto, continueranno a distendersi sui ciottoli roventi della nostra  spiaggia e a tuffarsi  nel meraviglioso mare della  Costa Viola che a settembre, secondo quanto ci hanno tramandato i nostri antenati, è più bello e più pulito. Ma ciò non significa che sia ritornata l'estate! Per estate di solito s'intende divertimento, spensieratezza, intrattenimento fino a tarda notte, discoteca all'aperto, musiche assordanti, incontri e manifestazioni culturali varie, relax, riposo fisico e psicologico, ecc. ecc. Settembre, invece, per molti frequentatori di Bagnara Calabra non fa parte dell'estate ( dopo il 15 agosto li aspetta la ripresa delle proprie attività lavorative) e per loro il mese di settembre  segna l'inizio di una nuova stagione di stress e di impegni che in un certo senso prepara la mente e il cuore alle vacanze dell'anno venturo. E' vero, qui l'estate meteorologica non finisce ad agosto; sarebbe molto bello poter trovare degli spazi anche nel mese di settembre per iniziative di carattere storico-culturale che facessero da volano alla nostra città per farla diventare un centro turistico di prima grandezza! Ma per il momento, purtroppo, la vera estate è finita ad agosto, nonostante il clima continua ad essere mite fino ad ottobre inoltrato. L'Amministrazione Comunale, in modo particolare, dovrebbe tenere conto di ciò ed incominciare a pensare e programmare nuove strategie per valorizzare meglio le risorse naturali e far funzionare le strutture (Auditorium, Teatro Belvedere, Castello dei Ruffo, ecc.) di cui disponiamo per far sì che l'estate turistica coincida con l'estate meteorologica e continuare anche a settembre  ad usare costume, telo, ciabatte ed ombrellone insieme a tanta gente che trova in questo scorcio di stagione un motivo per restare a Bagnara.  E' un suggerimento che mi auguro possa essere recepito ed attuato sin dalla prossima estate.

Nessun commento:

Posta un commento