N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

venerdì 30 novembre 2012

Aspettando il Natale....

Mancano 25 giorni al Natale e già le città, grandi e piccole, sono addobbate di stelline colorate e luminarie variopinte che creano un'atmosfera di festa, nonostante la grave crisi economica che da qualche anno attanaglia l'intera Europa. Attraverso la televisione in questi giorni avremo modo di  assistere all'accensione del grande albero nel parco della Casa Bianca oppure alla illuminazione degli Champs Elysee di Parigi con lo sfondo della  Torre Eiffel, anch'essa illuminata, oppure possiamo ammirare i festoni colorati della lontana Cina o seguire la maratona di migliaia di persone in pantaloncini rossi e barba bianca di Babbo Natale dell'Australia. Ovunque nel Mondo il Natale è una festività sentita e celebrata secondo le proprie tradizioni e le proprie usanze sempre però ispirate al sentimento cristiano della fratellanza. dell'amicizia e della solidarietà umana.  Si dice che a Natale si diventa più buoni. Sfatiamo questa diceria! Festeggiamo Natale tutto l'anno, anche senza panettone o pandoro, senza stelline o luminarie variopinte! Il Natale deve essere dentro di noi; il suo spirito deve inondare la nostra mente e il nostro cuore e guidarci verso orizzonti di pace, serenità e gioia di vivere. 
Naturalmente il Natale 2012 sotto l'aspetto economico sarà più contenuto; la crisi inciderà sicuramente negli acquisti natalizi, nei viaggi nelle località esotiche e nei regali che solitamente in altre situazioni si fanno a parenti ed amici. 
Ciò però non toglie interesse alla festività del Santo Natale, che ha nella capanna della Natività il suo vero significato e la sua vera essenza perché la festività ha un senso e una speranza solo se diamo al Natale il giusto posto nella nostra vita. Il significato cristiano della festa risiede nella celebrazione della presenza di Dio. Con la nascita di Gesù, Dio per i cristiani non è più infatti un Dio distante, che si può solo intuire da lontano, ma è un Dio che si rivela ed entra nel mondo per rimanervi fino alla fine dei tempi, che non sarà il 21 dicembre 2012 come vuole la interpretazione di una profezia attribuita ai Maya. Aspettiamo quindi il Natale con gioia e regaliamo un sorriso a chi, suo malgrado, vive nella sofferenza e nel dolore. Buon Natale a tutti!!!

Nessun commento:

Posta un commento