N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

sabato 10 novembre 2012

I lupi della Sila

Qualche mese fa il Comune di Bagnara Calabra, nel quadro delle iniziative relative ai Servizi Sociali per il 2012, ha reso pubblico un bando per l'iscrizione di persone anziane residenti nel territorio per partecipare ad un soggiorno di 4 giorni in Sila con a carico dei partecipanti solo del prezzo dell'Hotel. Il  viaggio in pulman veniva offerto dell'Ente Sila nel piano di una programmazione mirata alla conoscenza del Parco e allo sviluppo di un turismo socio-culturale finalizzato ad un maggiore rispetto per la Natura.
Espletate le formalità di rito e completate le iscrizioni  con il pagamento della quota spettante, domenica 4 novembre u.s. la comitiva, di cui ho fatto parte anch'io, guidata dall'Assistente Sociale Rosaria De Maio, parte da Bagnara e dopo circa 4 ore di viaggio raggiunge la destinazione: l'Hotel Cozza di Camigliatello Silano. Il pomeriggio della stessa giornata viene dedicato alla visita della cittadina e all'acquisto di prodotti tipici da parte di alcuni gitanti. Il giorno dopo si fa una escursione nei dintorni e nel pomeriggio si va a visitare il Parco Nazionale con annesso Museo gestito dal Corpo Forestale dello Stato. A guidarci in questa visita è un agente del Corpo Forestale che ci illustra i vari settori e ci spiega l'importanza della vegetazione e la salvaguardia della fauna che l'Ente Parco cerca di tutelare nel migliore dei modi per difendere un'oasi di serenità da offrire ai nostri figli e ai figli dei nostri figli.
Mentre osservavo e ammiravo la disposizione dei vari reperti, la mia attenzione fu colpita da un cartello in cui era raffigurato un lupo con la seguente didascalia: "Il lupo è cattivo solo nelle favole". Mi è piaciuta tanto che ho pregato uno dei nostri a scattare la fotografia che vedete riprodotta: sono io accanto a dei veri lupi, (imbalsamati) in uno atteggiamento quasi domestico. Dopo la visita dell'orto botanico e di altri settori del Parco abbiamo fatto ritorno in albergo molto soddisfatti e con qualche nozione in più sulla vita degli animali, lupi in particolare, e sulla necessità di rispettare l'ambiente in cui viviamo, sia esso montano o marino.
Il terzo giorno visita alla città di Cosenza e dintorni e giorno 7 novembre rientro a Bagnara. Lungo il percorso ci siamo fermati a Crotone, dove abbiamo potuto visitare il Duomo e la cittadina Le Castella (Isola Capo Rizzuto). La guida che ci accompagnava in questa gita, la dott.ssa Paola, ci ha fatto visitare il castello ( vedi foto) e ci ha spiegato un po' di storia antica che, data l'età dei partecipanti, è servita a rinfrescarci la memoria, per la verità un po' arrugginita. Verso sera siamo rientrati a casa contenti e soddisfatti.
E' stata una esperienza molto interessante per socializzare e, perché no, per arricchire il nostro bagaglio culturale con escursioni molto istruttive dal punto di vista della conoscenza di luoghi che meritano di essere protetti e tutelati, come la nostra Calabria e la Sila in particolare.

Nessun commento:

Posta un commento