N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

martedì 12 febbraio 2013

San Valentino 2013

L'anno scorso in occasione della festa di San Valentino ho pubblicato un articolo nel quale mettevo a confronto il modo di  comportarsi dei giovani di ieri e quelli di oggi, soffermandomi in maniera più approfondita su come si usava negli anni '60 manifestare alla ragazza  amata i propri sentimenti nella giornata di San Valentino. Rileggiamo uno stralcio di quell'articolo: "....per dire "Ti amo" si doveva ricorrere, specialmente noi ragazzi, alle canzoni dell'epoca attraverso il regalo di un disco 45 giri ( costo 350 lire) di Sergio Endrigo (Io che amo solo Te) oppure di Nico Fidenco (Legata a un granello di sabbia) oppure di Umberto Bindi ( Il nostro concerto) o di Mina ( Il cielo in una stanza) o di Rita Pavone (Come Te non c'è nessuno) ecc. ecc.: era un modo molto in uso allora per far sapere alla persona amata quanto fosse importante. Però, anche se in linea generale ci si comportava così, non tutti usavano questo modo di comunicare; molti preferivano il fidanzamento ufficiale per poter frequentare la famiglia; altri ( pochi per la verità) praticavano la cosiddetta " fujtina" per mettere le famiglie di fronte al fatto compiuto e altri ( in modo particolare le ragazze) si servivano della scusa di andare a trovare un' amica per incontrare di nascosto il ragazzo. Sono trascorsi cinquanta anni e se dovessimo raccontare queste cose ai nostri nipoti oggi, non so fino a che punto potremmo essere credibili! Certamente si metterebbero a ridere! Oggi la festa del 14 febbraio ( S. Valentino) è una delle tantissime occasioni d'incontro tra i giovani: non è necessario trovare scuse per uscire né inventarsi sotterfugi per dire "Ti amo": basta un sms sul telefonino e il gioco è fatto".
Questo scrivevo l'anno scorso. 
 Oggi il disco 45 giri non esiste più né la ragazza deve inventarsi scuse per uscire col proprio ragazzo. Sotto questo aspetto c'è stata una evoluzione, ma se devo dire la verità, allora c'era più romanticismo, più calore umano, più sentimento. Naturalmente i tempi cambiano e anche il modo di dire alla persona amata "Ti amo" è cambiato. I giovani di oggi usano un linguaggio tutto loro attraverso i moderni strumenti tecnologici di comunicazione come Smartphone, iPad, Tablet, Telefonini di ultima generazione, ecc.ecc. Però, tutto sommato, ancora oggi il giorno di San Valentino mantiene lo stesso fascino di allora, per cui, chi in un modo chi in un altro, è giusto che venga festeggiato. L'Amore è un sentimento che non muore mai! 
Buon San Valentino a tutti gli innamorati "vecchi" e giovani!  

Nessun commento:

Posta un commento