N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

sabato 30 novembre 2013

Un gesto ammirevole.




          Udite! Udite!  
 " L'orologio  di Palazzo  S. Nicola  non si può riparare per mancanza di fondi " 


NO...non è una bufala. Questa notizia mi è stata data in via confidenziale da persona fidata. E allora "sic stantibus rebus" (=  stando così le cose), un gruppo di cittadini, da me interpellato, ha dichiarato di essere disposto ad affrontare la  spesa (300 euro circa) in forma anonima, affinché  le  lancette dell'orologio civico  possano riprendere a scandire il tempo, fermo ormai da più di un anno. Questo gesto ammirevole ( è stato sottolineato ) non vuole essere offensivo nei confronti dei nostri amministratori, ma deve essere interpretato come semplice, modestissimo contributo della  cittadinanza,  finalizzato  alla  riparazione dell'orologio  della Casa Comunale - Palazzo S. Nicola - verso  il  quale  si sente  affezionata e che, a parer mio, rappresenta simbolicamente la vitalità e la speranza in un futuro migliore.  Quell' orologio, per volontà del popolo, deve riprendere a camminare per dare a chi lo guarda quel "soffio" di vitalità che serve per andare sempre avanti con coraggio e determinazione........... nonostante tutto.  

       

lunedì 18 novembre 2013

A Bagnara Calabra il tempo si è fermato.


Il giorno 11 settembre u.s.ho pubblicato su questo mio blog il post "L'orologio ancora non cammina" riferito all'orologio del Palazzo Municipale di Bagnara Calabra da più di un anno fermo alle ore 13:50 (vedi foto), e questo post faceva seguito al precedente post " L'orologio non ammina" pubblicato alcuni mesi prima e in entrambi gli articoli invitavo, (a titolo personale e per conto di un nutrito numero di cittadini, soci della locale Ass. Tur. "PRO-LOCO)  i Sigg. Tecnici del Comune di provvedere a rimettere in moto le lancette dell'orologio, ma il mio invito non ha avuto esito positivo in quanto a tutt'oggi, novembre 2013, l'orologio è fermo sempre alle ore 13:50. Eppure avevo avuto assicurazione da parte di un impiegato dell'U.T.che era stato ordinato alla ditta fornitrice dell'orologio il pezzo che doveva sostituire quello guasto che ne impediva il funzionamento, ma cosa strana dopo circa sei mesi le lancette sono ancora ferme alle 13:50. Qual'è il vero motivo di tale ritardo? Mancanza di fondi? Negligenza?  L'ordinazione del nuovo pezzo è stata veramente fatta? Se la ditta ha già spedito il pezzo, perché l'orologio non cammina? E' triste pensare che il Comune non abbia la possibilità di ripararlo: l'orologio del Municipio rappresenta nell'immaginario collettivo il simbolo di vitalità di una comunità e vedere quelle lancette ferme denota immobilità e poca attenzione verso i veri problemi del paese. Infatti la gente si domanda: "se non si riesce a riparare l'orologio, come si può pensare di risolvere i grossi problemi che assillano la cittadinanza?". Personalmente sono convinto che la mancata sua riparazione dipenda dall'Ufficio Tecnico, preposto alla manutenzione, riparazione e conservazione dei beni che appartengono all'intera comunità e l'orologio, nel suo piccolo, è uno di questi per cui,secondo me, merita di essere riparato. Rinnovo quindi al Dirigente l'U.T.C. l'invito a rimettere in movimento quelle lancette per smentire con i fatti l'affermazione riportata nel titolo di questo mio post "A Bagnara Calabra il tempo si è fermato". Lo farà? Mah! Speriamo......presto!...