N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

domenica 8 dicembre 2013

Aspettando il Natale 2013

Mancano pochi giorni al Santo Natale e in tutte le case si tirano fuori dai ripostigli gli scatoloni dove sono conservati gli addobbi dell'albero, la capanna della Natività, i pastori e le luminarie. E' usanza consolidata che il giorno dell'Immacolata in tutte le case si prepara il presepe e sono i papà con i figli a creare un piacevole trambusto per stabilire il posto per l'albero e l'angolo della casa per il presepe ignorando completamente i suggerimenti pratici della mamma. Alla fine sono loro che decidono e con allegria insieme appendono palline colorate e stelline luminose nell'albero e dispongono con cura i pastori e le casette di cartapesta intorno alla capanna sovrastata da un grande angelo e una stella.
Nella tradizione cristiana, il Natale celebra la nascita di Gesù a Betlemme da Maria. Il racconto ci è pervenuto attraverso i vangeli secondo Luca e Matteo, che narrano l'annuncio dell'angelo Gabriele, la deposizione nella mangiatoia, l'adorazione dei pastori, la visita dei Magi. Alcuni aspetti devozionali come la grotta, il bue e l'asinello, i nomi dei magi, risalgono invece a tradizioni successive e a racconti presenti in vari vangeli apocrifi. Il significato cristiano della festa risiede nella celebrazione della presenza di Dio. Con la nascita di Gesù, Dio per i cristiani si rivela ed entra nel mondo per rimanervi fino alla fine dei tempi. Nel corso dell'ultimo secolo, con il progressivo secolarizzarsi dell'Occidente, il Natale ha continuato a rappresentare il giorno di festa anche per i non cristiani assumendo significati diversi da quello religioso e in questo ambito il Natale è generalmente vissuto come festa della famiglia e della solidarietà. Ecco perché in questi giorni nei sagrati delle chiese vediamo dei banchetti con piantine o stelle di natale che vengono donate mediante una offerta finalizzata alla ricerca scientifica contro le malattie e alla solidarietà verso i più deboli, gli emarginati, i senzatetto e i più poveri, sempre più numerosi. Prepariamoci quindi a festeggiare il Santo Natale con spirito cristiano: apriamo il nostro cuore all'amore verso il  prossimo e tendiamo la mano verso coloro che hanno bisogno del nostro aiuto morale ed economico. Il Natale 2013 sarà ancora più bello!           

Nessun commento:

Posta un commento