N.B. : Gli articoli possono essere letti in 70 lingue diverse.

Translate

martedì 30 dicembre 2014

Anno nuovo...Vita nuova.

L'anno 2014 ha già pronte le valigie per lasciare il calendario ed entrare nella storia. Si sa per stabilire se è stato un buon anno lo sapranno i nostri nipoti quando gli storici selezioneranno gli avvenimenti che si sono succeduti nel corso del 2014, confrontandoli con i precedenti e i successivi; solo allora avremo ( o meglio avranno) l'ardua sentenza. Io non saprei dire oggi se il 2014 sia stato peggiore o migliore del 2013, ma una cosa la posso dire e cioè che il 2015 sia migliore del 2014. 
Lo so, non ho scoperto l'America,lo dicono tutti, ma se l'augurio nasce da un cuore sincero come sincero è il mio in questo momento, il 2015 sarà certamente migliore per tutti voi ed......... anche per me. Nonostante gli scettici prevedono per il 2015 un anno difficile dal punto di vista economico, io voglio essere bastian contrario e dico che sarà l'anno del cambiamento strutturale del nostro Paese e del rilancio della nostra economia, con benefici ripercussioni sulla vita di tutti i giorni del popolo italiano. Non sono un medium o un profeta: prendete questa mia affermazione come un augurio e una speranza. Dopo la crisi di questi ultimi anni, augurarsi una vita nuova e sperare in un profondo cambiamento, non costa niente e allora perché non farlo? Lo faccio io per voi: L'ANNO CHE VERRA' IL 2015 SIA PER TUTTI VOI UN ANNO NUOVO PER UNA VITA NUOVA. 

venerdì 26 dicembre 2014

Il ventennale della morte di mio fratello.

Il 26 dicembre 1994 mio fratello Totò lasciava questo mondo per andare ad abitare nella Casa del Signore. Sono passati  venti  anni e non sembra  vero! 
Nella ricorrenza  del  ventennale della sua morte, Lo voglio   ricordare  così come  lo  vedete  nella  foto, non  come  Comandante  dei  Vigili  Urbani del Comune di Bagnara Calabra, ma come fratello di sangue che ha lasciato nel mio cuore un vuoto difficilmente colmabile.
 Egli ha saputo farsi amare dalla gente, dimostrando competenza e professionalità, tanto da essere tenuto in grande considerazione da tutti gli Amministratori che si sono succeduti nella gestione della cosa pubblica. 
 Il  Capitano  Antonio  Tripodi, mio fratello, godeva di grande stima anche tra i colleghi della Calabria, con i quali partecipava a Convegni e Corsi di aggiornamento .
 Amava l'ordine e la disciplina e non si stancava mai di ripetere  ai suoi vigili:  "........noi siamo la carta d'identità del nostro paese; dal nostro comportamento sulla strada, dal nostro modo di trattare con la gente, con i turisti e con quanti si rivolgono a noi, dipende l'apprezzamento o il disprezzo verso la città e i suoi amministratori. Tenete  presente che  noi  siamo pubblici ufficiali  e come tali dobbiamo  rappresentare, con  orgoglio  e  dignità, l'Ente istituzionale a cui apparteniamo". Questo virgolettato pur avendolo già scritto in un mio precedente post, oggi lo ripeto con orgoglio perché mio fratello era un uomo buono e rispettoso delle idee degli altri, ma nello stesso tempo determinato nel portare avanti le sue. 
Oggi, però, lo ricordo come fratello affettuoso, padre esemplare, marito adorabile e amico sincero con i veri amici.
La sua dipartita ha lasciato un vuoto incolmabile  ed anche se sono trascorsi  20 anni da quel lontano 26 Dicembre 1994, Egli è sempre presente  e lo sarà fin quando vive dentro di noi
" Nessuno muore sulla terra fin quando vive nel cuore di chi resta". 
Ciao, Totò, sarai sempre con me!

venerdì 12 dicembre 2014

Natale 2014: La santa notte

Nella notte tra il 24 e il 25 dicembre p.v. il Cielo e la Terra faranno festa perché in questa notte speciale le stelle acquisteranno una luce diversa, più bella e brillante, e la Terra, col suo freddo e il suo gelo, canterà le lodi del Signore, per accogliere il Redentore. In questa notte santa, ogni anno, la Chiesa rinnova l'evento straordinario della nascita di Gesù, in una grotta di Betlemme, avvenuta 2000 anni fa, che ha portato nelle coscienze degli esseri umani, fino ai giorni nostri, un nuovo modo di affrontare la vita, intesa come dono di Dio Padre che, con la nascita di Gesù, per i noi cristiani non è più un Dio distante, che si può solo intuire da lontano, ma è un Dio che si rivela, attraverso il Suo Unico Figlio ed entra nel mondo per rimanervi fino alla fine dei tempi. La Sua venuta in mezzo a noi rappresenta ancora oggi, dopo 2000 anni, la pienezza del nostro essere creature di Dio destinate alla salvezza eterna perché guidate dalla presenza viva di Gesù, in questo difficile nostro pellegrinaggio terreno. Il Natale è il rinnovamento spirituale dell'Uomo  che accetta la presenza di Gesù, osserva i suoi insegnamenti, i suoi precetti  e testimonia, con la propria vita, il Vangelo, l'unico mezzo,l'unico strumento che ha per raggiungere la pace interiore e la salvezza dell'anima. Il Natale 2014, perciò, lo dobbiamo vivere con questi sentimenti, nella consapevolezza che quella stella che ha condotto i Magi, da Paesi lontani alla capanna di Betlemme, 2000 anni fà, sarà la nostra stella che ci indicherà la via per raggiungere la pienezza del nostro essere cristiani.                    
                                                                        BUON NATALE  A  TUTTI !!!

lunedì 1 dicembre 2014

Aspettando il Natale 2014


Con la festività dell'Immacolata iniziano le feste natalizie vere e proprie. Anche se in molte città italiane si inizia ad addobbare vetrine, strade, palazzi e balconi, molto prima, a Bagnara continua la tradizione che l'albero o il presepe vanno allestiti con la festa dell'Immacolata e a parte qualche eccezione anche quest'anno la tradizione mi pare venga rispettata. Ma a differenza di un paio di anni fà, quest'anno la crisi economica che attanaglia l'intera nazione si sente in maniera palpabile; un esempio? Basta andare sul corso Vittorio Emanuele II, alzare gli occhi e guardare gli addobbi. Quelle luci di colore azzurro-violaceo che anziché gioia, allegria e atmosfera natalizia ti danno la sensazione di una città in lutto, sono la dimostrazione provata che l'Amministrazione Comunale naviga in brutte acque. Non so chi abbia ordinato questo tipo di luminarie, ma dopo aver ascoltato moltissimi commenti negativi da parte dei cittadini, anche attraverso FB, suggerirei al Sindaco di fare arricchire il Corso ( almeno quello ) con altre luci colorate per far respirare ai propri cittadini un'atmosfera gioiosa nell'attesa di un Natale 2014  e un Anno 2015 (si spera )  migliori di quelli trascorsi, mettendo da parte, almeno in questo periodo, i numerosi pesanti problemi di carattere economico derivanti da una crisi che sembra non avere fine. Sono sicuro che il Signor Sindaco valuterà questo mio suggerimento e prenderà i necessari provvedimenti per "squarciare" quel velo di tristezza che si respira nell'aria e ridare luminosità e serenità al Natale 2014 che sta per arrivare.
                                                       Buon  Natale a tutti!